CASVA – L’archivio degli archivi sbarca al QT8 a Milano – di Edy Rulli

L ex mercato rionale di via Isernia al QT8 nei pressi del Monte Stella, la Montagnetta di S Siro, lontani ormai gli aromi e i profumi della mercanzia esposta, fa un salto di qualità diventando a breve il fulcro della cultura di progetto della città. Ospiterà infatti il CASVA , Centro Studi Arti Visive, un Istituto del Comune di Milano che tra il 2002 e 2012 ha acquisito ben nove archivi di architetti e designer.

1280px-qt8-milano

Con l arrivo di Vittorio Gregotti se ne delinea la sua trasformazione in un Istituto dedicato alla cultura di progetto con l avvio di iniziative di valorizzazione e divulgazione di vario genere nonché di riconoscimento della capacità immaginifica dei progettisti milanesi. Per ultima, l acquisizione dell archivio professionale e in parte privato di Alfonso Grassi e Alberto Marangoni di Studio MID design/comunicazioni visive, tramite una donazione ufficializzata con una Conferenza Stampa a Palazzo Marino. I progettisti di Studio MID hanno prodotto a Milano per Milano e il loro lavoro qui deve restare. Questa in sintesi la lotta portata avanti per ben 32 anni e con successo dall Architetta Zita Mosca Baldessari la cui Fondazione è riuscita a trattenere in Italia questo patrimonio altrimenti destinato, come molti altri, a prendere il volo per paesi stranieri che per decenni hanno accarezzato l idea di impossessarsene. Lo Studio MID opera tra gli anni ’60 e ’90 del secolo scorso. E’ loro il progetto della pedonalizzazione di c.so Vittorio Emanuele a Milano, primo esempio italiano nell ’80 di “isola pedonale” e la vincita del Compasso d Oro nel 1979.

Il QT8 (acronimo di Quartiere Triennale 8° edizione del 1947) fu progettato da Piero Bottoni e realizzato tra il 1945-1954, è un quartiere sperimentale immerso nel verde ai piedi della Montagnetta dei milanesi sorta sulle macerie dell ultima guerra (ved. link stralcio da Wikipedia). Ospiterà quindi il CASVA che metterà a disposizione, oltre che amministrarlo, questo patrimonio propriamente dei milanesi, a Istituti di Ricerca e Università per la consultazione e agli studenti, gli archistar del futuro per continuare a fare grande Milano.

link correlatoti:

VINCOLO DEL QT8: IL COMUNICATO DEL MINISTRO E LA VERIFICA DELL’ANNUNCIO.

Arriva ieri da FB la notizia che l’attuale Ministro per i Beni e le Attività Culturali (Bonisoli, M5S) avrebbe “avviato le procedure di tutela per il QT8”. Sono felice: sono almeno 15 anni che con il Comitato Abitanti e Amici del QT8 lavoriamo per questo comune obiettivo, divenuto di pubblico rilievo anni fa attraverso due delibere (Municipio 8 e Giunta Comunale) con richiesta di vincolo paesaggistico presso il Ministero.
Mi contattano subito alcuni abitanti (gente che da anni si occupa delle vicende del quartiere, in modo disinteressato e senza secondi fini) facendomi notare una stranezza: “Hai letto il titolo del comunicato sul sito del ministero? Scrivono ‘Quartiere Triennale 8’, anziché ‘Quartiere Triennale Ottava’: possibile che non sappiano la corretta denominazione del bene che intendono sottoporre a tutela?”.

“I soliti fanatici sospettosi! Basta, rilassatevi ragazzi, e festeggiate un buon Natale!”, rispondo. Ma il tarlo del dubbio ormai è entrato, rovinandomi l’ultimo venerdì lavorativo dell’anno.

Felice e confuso più di Carmen Consoli, cerco immediate conferme. Contatto la responsabile della Commissione Regionale per i Beni Paesaggistici, Pedrazzini, alla quale il Ministero demanda la redazione materiale delle proposte di vincolo paesaggistico. Questa la sua risposta: “Non so di cosa stia parlando. La proposta di vincolo per il QT8 è già stata trasmessa dal Ministero due anni fa, è in fase di elaborazione insieme ad altre 88 proposte di vincolo che riguardano tutto il territorio lombardo”.
“Disinformata burocrazia!”, sbotto.

Decido allora di risolvere ogni dubbio, contattando direttamente il Ministero attraverso l’Ufficio territorialmente responsabile: la Sovrintendenza Regionale. Parlo con l’arch. Ranaldi, ed è una doccia gelata: “Non sappiamo nulla di questa iniziativa del Ministero. Una proposta di vincolo paesaggistico per tutelare il quartiere e il Parco Monte Stella era già stata presentata da questa Sovrintendenza alla Commissione Regionale nel 2017. Il Ministro ne vuole presentare un’altra? E per quale ragione? Si tratta di una proposta diversa? E di che tipo? Per quali motivi? Il comunicato, che abbiamo letto anche noi, non specifica nulla in proposito. E quali conseguenze avrebbe questa iniziativa annunciata, nei confronti della procedura di vincolo già attivata per tutelare il quartiere e il Parco Monte Stella?”.

Domande alle quali cercheremo di dare risposta nei prossimi giorni. Nell’interesse, come sempre, degli abitanti del quartiere, del Municipio 8 e di tutta Milano. Risposte che però arriveranno solo da atti ufficiali e protocollati, non da sgrammaticati comunicati stampa che vanno bene per gonzi e adepti, non per cittadini consapevoli.

SCOMPARSA GREGOTTI. DEL CORNO: “CON LUI SE NE VA UNO DEI PROTAGONISTI DELLA CULTURA DEL PROGETTO”

Milano, 15 marzo 2020 – “La scomparsa di Vittorio Gregotti ci lascia addolorati e orfani di un’intelligenza lucida e critica, che ha saputo non solo dare un contributo importante alla cultura del progetto, ma anche un volto nuovo a molti spazi e luoghi della nostra Milano: tra questi la Bicocca, convertita da area industriale in cittadella della cultura con la nuova sede dell’Università e il Teatro degli Arcimboldi, e la storica sede della Rizzoli in via Solferino”.
Lo dichiara l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

Il suo archivio, con oltre 700 progetti seguiti da Gregotti con le due società da lui fondate negli anni – lo Studio Architetti Associati (con Ludovico Meneghetti e Giorgio Stoppino) dal 1963 al 1969, e la Gregotti Associati (con Augusto Cagnardi e Michele Reginaldi) dal 1969 ad oggi – è stato donato al Comune di Milano nel 2013 ed è attualmente conservato nella Sala Sforzesca del Castello.

L’archivio fa parte del CASVA (Centro Alta Documentazione Arti Visive) del Comune di Milano e comprende la documentazione relativa a progetti che hanno fatto la storia dell’architettura e dell’urbanistica moderna, in Italia e nel mondo.

 

Questa voce è stata pubblicata in eventi culturali a Milano e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.