LA VIA DELLA SETA NR.2 di Edy Rulli

IMG_20190225_170444

Dopo 2000 anni si riscopre l importanza della Via della Seta nata per collegare commercialmente la Cina all Impero Romano e al Mediterraneo attraverso la Siria, Iran e Asia Centrale (8.000 km). Per rivitalizzare questo antico percorso, nasce nel 2013 ad opera del Presidente Xi Jinping, la Nuova Via della Seta (Belt and Road Initiative) per il rilancio di connettività infrastrutturale e commerciale della grande massa continentale euroasiatica e a edificare una nuova architettura economica-commerciale. Costo iniziale previsto dell opera ciclopica 900 Mld. di $ che prevede itinerari terrestri, marittimi e fluviali. Progetto noto anche come One Belt One Road da nn confondere con strada a senso unico (One Way), ma da intendere a doppio senso di marcia – da e per la Cina – aperto a tutti. La Cina è vicina e lo sarà sempre di più dopo il completamento del Ciclope, guerre permettendo. In questa ottica sono nate numerose iniziative che hanno contribuito allo sviluppo di intere regioni tra cui Haining (superfice 3.490.000 mq) dove si contano 11.000 aziende, 14 mln di consumatori con un fatturato di 3,1 $ pari al 33% della produzione nazionale e vede all opera ben 10.000 operai specializzati nell industria moda e pelle, che si affianca all altro colosso di Shenzhen, polo della moda quotato in borsa, ved. link di questo blog. Con la Fashion Haining, la holding di servizi HCLC ha presentato il marchio ZLFZSS (Gruppo FOOR) in una sfilata di pret-à-porter rivolto ai giovani 18-35 anni in un total look uomo donna, ospitata dal Museo della Scienza e Tecnica di Milano il 21 febbraio. Con l occasione è stata presentata l iniziativa che premierà con un soggiorno a Haining dei due migliori studenti di 5 scuole di moda italiane e viene anticipata la prossima apertura di una vetrina espositiva a Milano. Secondo un analisi Mc Kinsey, nell anno in corso la Cina diventerà il più grande mercato mondiale della moda. Una nuova opportunità occupazionale essendo prevista l apertura di aziende specializzate nel madeinitaly a conduzione e con personale italiano. Why not, la Cina nn è poi così lontana, basta puntare la sveglia qualche ora prima, il fuso orario è pure favorevole!

Nel corso della conferenza stampa è stato evidenziato l impegno della Cina nel ridurre l impatto ambientale particolarmente gravoso nel industria conciaria, con impiego di depuratori delle acque reflue e il riutilizzo delle stesse, la riduzione del consumo energetico del 20% e l uso di prodotti naturali e green nei processi di lavorazione. Detto questo si mettono a tacere tutti i rumors che davano i cinesi come potenziali inquinatori del pianeta con uso abbondante della chimica e di combustibili fossili. Continua così la nostra partnership con l ex Celeste Impero che a Milano conta la comunità più numerosa tra le presenze straniere (20%).

IMG_20190221_121742

https://commonspeeches.wordpress.com/2017/09/26/shenzhen-moda-celeste-impero-cina-di-edy-rulli/

https://commonspeeches.wordpress.com/2016/09/27/fashion-shenzhen-settembre-2016-di-edy-rulli/

https://commonspeeches.wordpress.com/2016/08/31/la-via-della-seta-di-edy-rulli/

https://commonspeeches.wordpress.com/2015/07/14/stilisti-del-sol-levante-di-edy-rulli/

Questa voce è stata pubblicata in moda a Milano e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.