PARIGI-HAMMAMET – A volte ritornano – di Edy Rulli

fb_img_1580470371678693792147.jpg

Nn si è badato a spese. La già sede dell ex Fondazione Craxi, ora Centro Internazionale nella prestigiosa via Formentini 10 nel cuore di Brera, è veramente una bella location. Di fresca ristrutturazione durata 10 anni, fa spicco un design di alto livello, nessun particolare è lasciato al caso ed entrando si riceve l impressione che, nonostante la crisi economica incombente, di soldi ne girano ancora tanti, presumibilmente tanti come ai tempi d oro, quando era cuore pulsante del PSI, centro di riformismo laico. Anche i giornalisti invitati erano di un certo livello: Pierluigi Battista, Maurizio Belpietro, coordinatore Sergio Scalpelli, ospite Stefania Craxi, che hanno presentato il libro edito Mondadori Parigi-Hammamet pubblicato dalla Fondazione Craxi sugli ultimi anni di esilio dell uomo politico, una spy-story nn tanto sulla sua vita privata, ma quella del paese di come era e di come siamo diventati. Un paese che vanta una storia avvincente e a tratti sconcertante degna del potenziale narrativo di un John Le Carré, ma è ancora riduttivo. Un altro libro su Craxi è stato pubblicato di recente di Claudio Martelli dal titolo L Antipatico, aggettivo che cela sotto false spoglie lo statista un po’ mariuolo, ma nn per sua colpa, leader del Riformismo Liberale nell Italia del boom economico, difensore di popoli oppressi tra cui quelli del sistema sovietico, impegnato a fronteggiare il comunismo, portatore di cultura riformista, ma nel contempo e in modo stridente, Craxi era impegnato a far funzionare il sistema dei Partiti con ruberie a vario titolo, che ha visto sottrarre alla ricchezza del Paese il 10% del suo PIL (fonte giornalistica). Anche il film Hammamet del regista Amelio contribuisce alla palese volontà dei suoi sostenitori di voler ricostruire/riabilitare un mito del passato. Oggi tutto è possibile: negare l esistenza dell Olocausto, negare genocidi, affermare il contrario di tutto, tutto è materia opinabile se fatto democraticamente in rispetto al diritto di parola/opinione/pensiero. Potrebbe essere proposta la santificazione di Hitler e di Stalin o la scomunica del Papa, why not? Il libro è una riflessione sull Italia di ieri e di oggi anche se nn esistono termini di paragone con i tempi attuali e quelli di allora in cui l economia tirava e il mondo nn era globalizzato. Infatti, ogni fenomeno andrebbe contestualizzato con l uso di parametri sempre diversi. Si possono fare solo considerazioni di merito.L Italia era la 4° potenza mondiale, cresceva ad un ritmo del 4%, una crescita che però portava il DP dal 60 al 90% e a MIlano, la città da bere, un inflazione fino al 2% negli anni dall ’81 al ’91. Paladino del socialismo liberale, con Craxi gli italiani si scoprirono grandi risparmiatori accumulando fortune in BOT e CCT e investendo nel mattone, cosa che faceva sì lievitare il DP in modo abnorme e rappresenta una palla al piede per le future generazioni, ma oggi a beneficiarne sono comunque sempre i loro figli e nipoti, al netto di quel 10% della cresta fatta dai Partiti come accennato sopra. Disponevamo di una classe dirigente corrotta e assoggettata alla morsa mortale del sistema partitico, ma pur sempre capace e preparata, con anni di gavetta alle spalle, che ha saputo creare grandi realtà industriali come l Eni, Fincantieri, Ansaldo, Breda, Dalmine, Italsider, Pirelli, Fiat, Alfa Romeo ecc. con notevoli capacità manageriali, senso delle istituzioni. Una classe dirigente spazzata via da Mani Pulite oltre che con i suicidi Cagliari, Ambrosoli, Sindona, Gardini (?), Calvi (?), tutti collegati alla maxi tangente Enimont. Una Mani Pulite che spazza via inquisiti, ma anche inquisitori (ved. caso Di Pietro). Secondo Norbio: ” Legalità e giustizia nn sempre combaciano. Sergio Cusani fu l unico a finire in carcere nonostante il polverone sollevato. Classe sostituita oggi da elementi la cui miseria è sotto gli occhi di tutti. La Libia, unica risorsa energetica, ci sta sfuggendo di mano, il caso Riva-Ilva, Soc. Autostrade, imprese che chiudono o delocalizzano. Immigrazione incontrollata. Con Mani Pulite inizia l intensa stagione dell eliminazione per via giudiziaria e mediatica dell avversario politico. Una politica inerme che ha visto 149 Governi in 157 anni dall Unità d Italia. Solo un Governo è durato 5 anni, un lustro, un era geologica dal 2001 al 2006 (lo chiameremo Governo Durex! ndr). Quindi, negli anni ’90 il crollo della classe dirigente e fine della Prima Repubblica, l Europa e l Euro hanno fatto il resto bloccando la crescita, a crescere solo il DP. Grazie all egemonia di Francia e Germania perdiamo il 30% del nostro PIL. Nessuno che difende gli interesse nazionali. Aziende fiori all occhiello del made in Italy in pasto a capitali stranieri. Giornali forcaiolo asserviti al potere. Bersaglio di lobbies e potentati finanziari. Craxi aveva combattuto il comunismo e fu l unico a pagare per il finanziamento occulto ai partiti, PCI, DC, ecc. ne uscirono indenni. Personaggio scomodo anche agli occhi degli americani per il caso Sigonella. Ma una volta rimossi gli ostacoli del pericolo comunista, questo nn bastava più, un disegno occulto imponeva di spazzare via anche una parte della nostra sovranità e a volerlo era l America, anzi, no, l URS. Secondo Belpietro il piano era ordito dalla Russia, vero!Ugo Intini: “Finita la contrapposizione Est-Ovest, l Europa poteva diventare un temibile concorrente economico e potere politico. In tutti i Paesi vi furono scandali, ma nessun sistema democratico fu stravolto. Solo l Italia. Craxi aveva previsto il fallimento della UE e i disastri nazionali con 20 anni di anticipo e ci imponeva di pretendere la rinegoziazione dei parametri di Maastricht (ved. link). La platea presente alla presentazione del libro viene invitata a ricordare Craxi come uno statista di sinistra nella storia positiva italiana diventato ad un certo punto scomodo e fatto fuori dal giustizialismo di sinistra facente parte di una manovra globale, dobbiamo quindi cambiare la narrazione di quegli anni. Il Bettino nazionale (nn Bottino, ogni riferimento a quel 10% del PIL è puramente casuale, ndr!), teoricamente potrebbe essere evocato per riempire l attuale vuoto politico e le premesse ci sono tutte per chi volesse farlo. Rivalutare un personaggio politico della sua stazza si può, tutto è possibile. La telenovela continua. Un comitato appositamente istituito per commemorare i 20 anni dalla sua morte ha un ricco palinsesto da proporci, prossimamente su questo schermo!Questo e molto altro è accaduto nella Prima Repubblica, ma nn da meno nella 2°, nella 3° ecc. perchè si è continuato e si continua a rubare, come diceva l ex super commissario Piercamillo Davigo: “Dopo Mani Pulite nn hanno smesso di rubare, solo che adesso nn se ne vergognano più”. Su quello che è stato mettiamo una pietra sopra, ma se qualcuno decidesse e fosse in grado di far luce sui mali che affliggono questa Italietta allo sfascio e porvi rimedio avrà tutta la mia riconoscenza. Leggerò il suo libro, andrò a vedere il suo film se sarà la luce in fondo al tunnel. Prima di allora, no!

fb_img_158047149977081594310.jpg

img_20200130_190449839983457.jpg

LINK CORRELATI:https://www.facebook.com/groups/316828575393609/permalink/801564710253324/https://seigneuriage.blogspot.com/2020/01/la-spectre-secondo-bettino-craxi.html?m=1https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2671304952977980&id=100002955044361https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3313817265301731&id=100000204698232https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10219252477135572&id=1618507342https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10221187538187998&id=1531774546

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=286881054774998&id=100003593177989

Questa voce è stata pubblicata in presentazioni a Milano e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.